Windows contro Linux – Ancora non ci siamo

windows-vista.jpglinux-logo.png

Sono anni che di tanto in tanto mi lascio tentare da Linux ed installo, rigorosamente in dual-boot, qualche sua ultimissima distribuzione di maggior grido, magari dopo aver provato la sua Live. Ma sono altrettanti anni che, dopo aver giocato un po’ con l’ultima creatura di turno (ultima installata in ordine di tempo Ubuntu 7.10), puntualmente formatto la partizione in cui è stata creata, ripristino l’MBR e ritorno con Windows unico regnante sul pc.

Perchè mi accade SEMPRE questo da anni? Per la semplice ragione che in sostanza non mi serve un sistema operativo che faccia all’incirca le STESSE COSE che posso fare tranquillamente con Windows, praticamente una (brutta?) copia.

Cerco da tempo una ragione veramente valida ed oggettiva per fare il grande salto, ma in tutta onestà ancora non sono riuscito a trovarla. Ascoltando i discorsi dei suoi fans noto spesso che ci si innamora di Linux più per ideologia, per fanatismo informatico, piuttosto che per motivi logici e razionali, diciamo anche pragmatici.

Se Linux facesse QUALCOSA IN PIU’ O MEGLIO di Windows, lo adotterei oggi stesso…

Annunci

Tag: , , , , , ,

19 Risposte to “Windows contro Linux – Ancora non ci siamo”

  1. Neuro Says:

    Non ti basta che fa le stesse cose di Vista (alcune anche meglio) ed è completamente gratuito e tu ne sei il vero proprietario?
    Senza entrare in “tecnicismi”, questa in soldoni è la filosofia del pinguino e non mi sembra proprio fanatismo informatico, ma pura e semplice logica razionale… solo per la precisione, poi fai come credi.

  2. Alessandro V. Says:

    Ma è proprio questo il punto: se Linux fa “le stesse cose di Vista”, che sostituisco a fare Windows? La mia elementare logica mi suggerisce che, se devo sostituire qualcosa, la sostituisco con qualcosa di meglio, non qualcosa di uguale.

    Se decido di cambiare l’auto, cercherò di acquistarne una di maggior cilindrata e di miglior qualità della precedente, altrimenti mi tengo quella che ho.
    Tutto qui.

  3. Punti di vista | Antonio's WeBlog Says:

    […] una delle mie funzioni preferite su wordpress il “Tag Surfer”, ho trovato un interessante spunto per una piccola discussione.  Premetto che non mi piace l’approccio […]

  4. Alessandro V. Says:

    Sono contento di averti dato uno spunto di riflessione. Di mestiere faccio il dipendente pubblico e adopero molto il pc, sia al lavoro, sia a casa.
    Linux mi incuriosisce moltissimo da tanti anni e mi piace anche; il problema però resta sempre quello che ho detto. Dopo un po’ di tempo che Linux (qualsiasi distro) risiede sul mio computer, lo trovo alla fine simpatico, ma poco utile, finendo per usare poi solo Windows. Tutto qui. Purtroppo non ho ancora trovato una sola distro che mi abbia fatto cambiare idea finora. Ma resto fiducioso che un giorno magari uscirà. Resto in attesa del miracolo.

  5. Mario Says:

    Ciao, stavo leggendo i tuoi commenti e riflessioni su windows o su linux. Il tuo approccio è limitato e non lo dico da fondamentalista linux.

    Certo che i programmi consentono di fare più o meno le stesse cose sia su windows che su linux………il punto è cosa vorresti farci col computer? Certo il caffè non è possibile con i normali pc di oggi e te lo dico simpaticamente.

    Vedi linux fà tutto quello che fà linux, ciò significa che fà tutto quello che possiamo richiedere ad un computer.

    Ma se windows e linux fanno le stesse cose, forse dobbiamo parlare di come queste cose vengono fatte da entrambe i sistemi operativi. Allora da una parte abbiamo windows le cui basi di instabilità producono a loro volta instabilità nei programmi stessi e dall’altro lato linux che è nato per essere stabile.

    Uno dei maggiori nemici dei nostri pc sono i virus, bhè per windows ne esistono 60000 circa mentre per linux circa 40. Ma non è solamente un esiguo numero di virus che rende linux un sistema sicuro da attacchi, ma anche la sua struttura stessa.

    Anche sul fronte degli spyware linux è estremamente sicuro, per le stesse ragioni che attengono ai virus.

    Io sono sempre stato un utente windows, fino a circa 1 anno fà, e non nego che windows sia un buon sistema operativo, ma linux è superiore in velocità in sicurezza ed in stabilità a parità di programmi. Non trascurare questi aspetti perchè sono essenziali per fare una scelta corretta.

    Un saluto,

    Mario

  6. Alessandro V. Says:

    Grazie per il tuo contributo, Mario.
    Anch’io sono spesso tentato a passare a Linux definitivamente, però credo che alla fine quel che conta per un utente medio sia l’usabilità di un sistema.
    Perchè i cellulari Nokia sono tendenzialmente i più venduti? Perchè sono quelli più usabili ed offrono un approccio molto intuitivo.
    Buona parte degli utenti finali di un prodotto non cercano chissà cosa, ma un qualcosa che si possa adoperare senza eccessive complicazioni.
    Credo risieda in questo il successo di Windows, pur con i suoi grossi difetti strutturali: quello di essere usabile dai più.
    Riconosco che le ultime distro Linux (Ubuntu 7.10, Mandriva 2008, OpenSuse 10.3, ecc. e addirittura la stessa temibile Debian 4.0) siano molto più user-friendly di una volta ma, ripeto, ancora non ci siamo.
    C’è sempre un qualcosina che non funziona a dovere, o qualche hardware mal riconosciuto da configurare (vedi schede video Ati), o altri misteriosi malfunzionamenti.
    Per non parlare poi della riga di comando, assolutamente sconosciuta dal grosso della popolazione mondiale, che se la usi a sproposito succede che poi il S.O. non ti riparte più e non ci capisci un accidente; oppure sei costretto a trascorrere notti insonni leggendo pagine e pagine nei vari forum (generosissimi, peraltro) che si occupano di questa o quella distro.
    Ultimamente ho installato in dual-boot con Vista quasi tutte le ultime distro uscite lo scorso mese di ottobre, ma alla fine le ho rimosse una ad una.
    Per queste ragioni ritengo Linux ancora non perfettamente pronto per combattere ad armi pari contro Windows.

  7. Leonida Says:

    Leggevo dei commenti sul blog di Beppe Grillo e mi sono ritrovato a navigare sul vostro Blog.
    Volevo dare una risposta ad entrambi… perchè per la prima volta dopo tante promesse (da 4 anni lo dicevo) ho installato Ubuntu in dual boot!
    Bhe credo che entrambi abbiate ragione.
    Quali sono le difficoltà che ho incontrato (con il mio portatile):
    1) reperimento dei dirver;
    2) programmi compatibili con linux, tipo corel draw, freehand, photoshop, e sopratutto i giochi!
    3) un leggero fastidio a dovermi leggere tanti forum per poter far faer a linux quello che io voglio e magari con Win XP ci metto un attimo a fare perchè lo uso da anni.

    Ovviamente tutto questo mi capita perchè non ho usato Linux quanto i sistemi Microsoft, però non credo che tutti i possessori din un PC abbiano la mia stessa passione per l’informatica!
    Siamo nella società dell’informazione ed una delle cose positive di questo millennio è che abbiamo computer molto più user friendly ed “almeno” un computer per famiglia (a casa mia ne abbiamo 5 (praticamente 1,66 a testa) Non si può pretendere che tutti sappiano usare le liene di comando altrimenti non si sarebbero diffusi così tanto.

    Detto ciò però si dovrebbe considerare che se uno il computer lo utilizza soltanto per:
    1) usare programmi di Office automation;
    2) navigare su internet e leggere le email;
    3) collezionare, scaricare e ascoltare musica;
    4) raccogliere video e foto delle proprie vacanze;
    5) condividere file;
    6) “metteteci voi qualche altra funzione base”;

    LINUX e’ PERFETTO, AUTOSUFFICIENTE, VELOCE E FACILE DA CONFIGURARE (magari con l’aiuto di uno un pò più bravino)
    Inoltre le prime due funzioni sono le uniche cose che praticamente si fanno negli uffici della pubblica amministrazione (sempre se ci siano dipendenti aggiornati):
    quindi perché dover pagare milioni dei NOSTRI soldi in licenze microsoft?
    Riguardo la questione Virus e Linux, sicuramente Linux è meno vulnerabile, ma è pur vero che non è usato e chi sviluppa virus ha bisogno di una diffusione capillare ed immediata perciò non li programma per questo sistema operativo. A proposito, mi sapreste consigliare un ottimo antivirus per Linux?

  8. Alessandro V. Says:

    Grazie per il tuo contributo, Leonida. La tua analisi sui due sistemi operativi mi sembra molto equilibrata e condivisibile. Per quanto riguarda antivirus per Linux non ne ho alcuna esperienza diretta, in quanto non credo siano molto utili. Ho solo sentito parlar bene di Clamav ed AVG.

  9. Zanzistor Says:

    Non amo windows, non amo linux…Mi piace avere tutto gratis—> ergo opterei per linux, mi piace molto giocare—> ahime devo scegliere Windows….
    Per parlare di sicurezza, sia linux sia windows fanno acqua…..
    Non esiste il sistema operativo definitivo! Allora linux è open source, ergo i codici sono alla merce di tutti—-> difatti i primi ROOTKIT sono arrivati per Linux prima che su Windows.
    Su linux esistono virus sconosciuti a pro…essendo il codice “aperto” il programmatore puo’ creare virus ad hoc per le distribution.
    Windows è il più diffuso al mondo —> il più diffuso ergo il più preso di mira, i bug su windows, si trovano ANCHE in linux, solo che in linux ve ne sono mediamente di meno.
    Finale: se dovete giocare dovete usare Windows, se invece volete essere davvero sicuri e PAGARE di sana pianta TUTTO HARDWARE E SOFTWARE.
    L’unica scelta è OS/2 WARP 4 o meglio ECOMSTATION.
    Non esistono virus, codice proprietario NON ESISTONO vulnerabilità conosciute ( e io ci lavoro nel settore), gli hacker non sanno neanche dove iniziare quando si trovano su Apache che gira sulla 80 e nmap -v -P0 -sV -O IP da come risultato Sistema operativo sconosciuto…
    Per cortesia chi non sa la riga che ho scritto non risponda neanche…..
    Ergo, dopo mesi di dibattito, ebbene si Il sistema operativo “sicuro” esiste.
    Quello che l’hacker non conosce—-Su x86 —> Ecomstation
    O BEOS, ma li non troverete un applicativo neanche a pagarlo..invece con Ecomstation, bene o male mozilla esiste flash gira, acrobat c’e’, antivirus pure ( sessioni dos) cloni di skype non lo so, IM compatibili minimali ci sono, programmi per vedere schede tv su BTB878 ci sono, bisogna comprare hardware compatibile…
    Semmai (ed è impossibile) Ecomstation dovesse prendere a sua volta grosse fette di mercato, diventerà anche lui degno di nota, e…magicamente, le falle usciranno se non una all’anno 7 all’anno …..e via via…Ricordate, non esiste il sistema operativo Definitivo, esiste il meno conosciuto.. e il piu’ conosciuto…e la via di mezzo….
    Cmq, se facessero API compatibili direct x 10.1 per linux….non ci penserei un attimo…passerei a linux..

  10. mcz06 Says:

    A me succede esattamente il contrario.

    Pochi mesi fa ho, dopo molti anni, reinstallato Windows (mi serviva per il navigatore).
    E’ stata un’esperienza veramente deludente.
    L’ho trovato indietro di almeno dieci anni rispetto a Linux.

    Come vedi ogni medaglia ha sempre due facce.
    Con la differenza che, in questo caso, una è gratuita e l’altra, se non sei un ladro, la paghi a peso d’oro.

  11. castalia Says:

    parlo da utente che dopo anni è riuscito a passare a Linux, e tuttavia mantiene Windows in dual boot.
    Certo l’impatto è stato traumatico, ho dovuto “studiare” parecchio prima di assimilare concetti come la riga di comando, i partizionamenti, e altre amenità, ma una volta preso il via,non sono più tornata indietro.
    Perchè?
    Certo i programmi fanno più o meno le stesse cose. Del resto, come hanno già commentato altri lettori, da un pc cosa ti vuoi aspettare? lavorarci con programmi da uffcio, navigare, contenuti multimediali, e non troppo altro per l’utente medio.
    Cosa cambia allora da Windows a Linux?innanzitutto, le vulnerabilità: per mantenere windows accettabilmente sicuro, devi installarti decine e decine di patch: non so voi, ma per me è una grossa scocciatura. Patch per linux si contano sulla punta delle dita di una mano, e al max esce la nuova versione della distro che usi, basta aggiornarla senza metterle tremila “pezze” che a volte non risolvono o addirittura aggravano il problema(se non ci credete semplice ricerca su Google non è difficile da provare).
    Poi la struttura: è semplicemente ridicolo che Microsoft continui ad affidarsi a quell’enorme immondezzaio del registro di sistema, è verità inconfutabile che, usando windows, dopo parecchie “installazioni/disinstallazioni” di programmi, ognuno lascia le tracce, e ci si ritrova con un sacco di spazzatura sparsa per il disco e voci di registro orfane(che neppure con la migliore volontà si eliminano completamente..) risultato dopo un certo periodo di utilizzo della macchina si rende quasi indispensabile la formattazione(certo se uso il pc solo per scrivere con Word non ho problemi ma posso a questo punto rimanere con un pc dell’800 e windows 95). Perchè un sistema di pacchetti software intelligente come ad esempio i .deb di Debian o Ubuntu non soffrono di questi problemi?
    Poi Internet Explorer: indissolubilmente legato al sistema operativo, le sue falle, seppure in caso di non utilizzo del browser suddetto, si ripercuotono su tutto il sistema. Sì lo so ci sono le pezze ma che p…
    Ultima cosa che per me è molto importante: Windows più va avanti più diventa avido di risorse. L’ultimo Vista occupa solo di installazione “vergine” una considerevole quantità di spazio su disco, per non parlare della RAM che ci vuole (ahi ahi ahi..) io con Linux a casa faccio girare un pc di 10 anni fa mi va bene come il pc di ultima generazione che ho sul lavoro, anzi si inchioda meno volte.
    Morale della favola: tengo Windows in dual boot soltanto perchè alcuni programmi di cui necessito girano solo su di esso.
    Certo sono valutazioni personali, se per altri gli aspetti di Windows che a me danno noia non urtano, ben venga!
    ma credo comunque che tanti utenti, dopo un primo sforzo necessario per abituarsi a Linux, non rimarrebbero delusi..

  12. Lordbutton Says:

    Uhm.. ordunque. Io uso linux da ormai 6 anni e mi son dimenticato di cosa sia windows, certo c’è da dire che il pc lo uso per lavorare non per giocare, quindi linux mi MOOOOLTO più che bene. Non ho riscontrato tutti i fastidi che sono qui sopra descritti. Se ci sono dei programmi che girano solo su windows meglio si usa wine o ancora meglio si virtualizza una macchina windows su linux togliendogli la possibilità di far danni ovvero l’ossigeno rappresentato da connessione verso l’esterno. Se si ha bisogno di windows non serve ASSOLUTAMENTE avere il dual boot (è na stronzata), con la virtual box inoltre si risparmia spazio su disco si velocizza la macchina e i dati sono interscanbiabili fra i due sistemi senza dover continuamente riavviare. Antivirus per linux? Semplicemente non servono perchè la macchina non esegue programmi senza debita auth se è configurata bene inoltre monitorizza tutto ciò che fa.

    Ecco direi che linux è un ottimo sistema per chi lavora con il pc, chi cazzeggia non ne sente il bisogno, anzi windows è un ottimo OS per cazzeggiare.

    Ci sarebbero altre cose da dire soprattutto sulle prestazioni per elaborazione o sui server, ma diventeri noioso. A proposito di server, come mai tutti i server DNS (e non solo) della Microsoft sono linux?

    Ciao ciao e buon proseguimento

  13. michele Says:

    io uso linux da 5 anni e non torno piu’ indietro di sicuro,e vi spiego il perche.
    ho iniziato le mie esperienze informatiche con windows 95 e inizialmente mi trovavo bene,poi ho proseguito con il 98 fino ad me infine ho installato il maledetto xp sistema assolutamente instabile pieno di buchi suscettibile a tutti i virus informatici e a spy.
    vedendo schermate blu’ in continuazione e dovendo sempre resettare il sistema che si bloccava sempre ho deciso di fare il salto a linux siamo nel 2002,che sembra non lontano ma in termini informatici vi garantisco che e’ preistoria.
    la mia prima distro e’ stata fedora 2 che ho installato senza problemi,a prima vista non differenziava un gran che da windows come interfaccia grafica,ma poi essendo alla prima esperienza ho faticato non poco a configurare il sistema anche per le cose piu’ semplici come posta ed internet.
    questo e’ il punto siamo nel 2002 e ci ho messo molta passione e voglia di conoscere per non abbandonare e tornare sull’altra sponda,oggi nel 2008 vi garantisco che non rimpiangero’ mai la scelta e il tempo che ho impiegato per capire il mondo linux,solo chi non lo conosce puo’ dire che fa le stesse cose di vista in realta’ fa’ milioni di cose in piu’ se si e’ capaci di pretenderle e se si usa una distro facile ed intuitiva come la magnifica ubuntu (8.04 l’utima uscita)si ha la stessa facilita’ d’uso che si ha con windows con la piu’ totale sicurezza.
    Il salto che un utente compie oggi ha le dimensioni di uno scalino non e’ assolutamente traumatico come in passato,quindi non abbiate paura di buttarvi tempo pochi mesi e di windows nel vostro pc non restera’ traccia perche’ serete voi stessi a cestinarlo.Non serve utilizzare la riga di comando se non si ha pazienza potete usarlo anche solo graficamente e vivere felici comunque,Ci sono programmi come sinaptyc che vi permettono di installare software senza la minima fatica e in modo del tutto gratuito inoltre finita l’installazione (che e’ seplicissima molto di piu’ di windows)avrete un sistema gia completo e pronto all’uso con tutti gli applicativi che con windows dovrete aggiungere o comprandoli o craccandoli non vi sebra una ragione sufficente per liberarsi del terrore dell,ignoto?un ultima cosa da cinque anni non so piu’ cosa sono i virus gli spy i dialer e compagnia bella perche il filesystem di linux e’ del tutto immune da tale flagello(chi dice il contrario non e’ in buona fede)perche’ il sistema prima di installare qualunque cosa chiede sempre l’autorizzazione al super utente e comunque anche in caso di infezione il virus non potrebbe far danni visto che rimarrebbe all’esterno della directory del super utente.Con questo saluto tutti sperando di aver contribuito a far capire le differenze fra i 2 sistemi e invitandovi a non essere timorosi. LINUX UBUNTU 8.04 e’ il mio consiglio

  14. michele Says:

    In risposta a Leonida
    Non e’ cosi semplice il discorso virus per linux
    Ti garantisco che i virus non attecchiscono su linux per un discorso di come e’ strutturato il suo filesystem e non certamente perche’ gli haker non provino ad infettarlo a prova di cio’ in america gli stessi sviluppatori di una distro molto famosa come fedora hanno perfino messo una taglia di 50000 dollari a vantaggio di chi riesca a creare un virus che danneggi il loro sistema,per poter eventualmente verificare qualche falla, risultato non vi e’ riuscito ancora nessuno.
    La verita’ sui virus e’ un altra e cioe’ che sono gli stessi sviluppatori del sistema microsoft a lasciare le backdoor (porte di rientro)per potersi insinuare nel loro sistema ed incasinarlo in modo che gli utenti disperati si rechino al piu’ vicino negozio d’informatica a comprarsi un antivirus naturalmente targato microsoft e guadagnare ancora di piu’.
    Naturalmente considera che norton mc afee e compagnia bella si aggiornano solo per un anno scaduto tale termine non devi far altro che rimettere mano al portafoglio e comprarti un aggiornamento che ti costa quasi come a ricomprarti l’intero antuvirus.
    Per carita’ dovresti fare gli straordinari solo per garantire si fa per dire la sicurezza del tuo sistema
    per quanto riguarda l’utilita d’uso di linux sono solo i giochi il suo limite per quanto riguarda corel photoshop o altri programmi girano perfettamente su linux grazie all’emulatore wine(sorpresa)e in piu’ ci sono i medesimi programmi che sono nati direttamente su linux tipo gimp che funziona come photoshop,quindi nessuna preclusione in quest’ambito.
    ma al contrario se sei utente windows non potrai mai usare un programma fatto per linux quale e’ il migliore?(domanda).
    Se vuoi usare un antivirus per linux lo puoi anche fare calm f-prot avg for linux eccetera sono stati creati per puro scrupolo ma non servono assolutamente a niente se non a perdere tempo come aprire un ombrello a cielo sereno, tranquilla puoi spendere il tuo tempo a imparare ad usare il sistema(che e’ piu’ facile di quanto credi)senza annoiarti a fare inutili scansioni. CIAO riconfermo prova ubuntu 8.04

  15. antharesLINUX Says:

    NO COMMENT…LINUS TORWALD PENSACI TU…

  16. Heresy Says:

    Be se hai un cervello funzionante, allora puoi passare a linux senza problemi.
    Ma da quello che dici, il tuo cervello è fritto!!! Ringrazia Microsoft ZOZ

  17. morio Says:

    linux è stupendo…. a dir poco la cosa più intelligente che sia stata inventata….
    ho 15 anni e ho usato per un anno e mezzo ubuntu 7.10 e 8.4….
    adesso sono passato a slackware….
    e più difficile(certo non come fedora) ma è potentissimo….
    sinceramente detto da 15enne a cui non è mai piaciuto studiare….
    preferisco studiare poche funzioni di base….
    e avere
    1)un sistema operativo stabile che non fa niente senza un mio permesso o un mio comando!
    2)un computer che non va lento e che non si impalla ogni 5 minuti!
    3) un computer a cui non serve un antivirus sempre per il punto 1!
    COMMENTINO SU WINDOWS!
    FA SKIFO!!!
    È STATO INVENTATO PERChè
    comprando(e non costruendoti un computer da te… in modo che se si rompe qualcosa sai cos’è rotto e lo puoi cambiare senza problemi)
    un computer con già installato windows
    dopo poco tempo lo devi buttare!
    concludo dicendoti che windows fa schifo!!!!!
    W LINUX IN ETERNO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  18. suka Says:

    cosima dice:
    meglio,peggio,andatevi a leggere gli ”hallowen documents” dove microsoft stessa ammette la superiorita di linux e del software libero.e parlano anche dei loro biechi tentativi di mettere i bastoni tra le ruote(badate bene che la politica di microsoft una volta scoperto un degno rivale e’quella di giocare sporco.e nonostante smentiscano e si rimangino le parole e molto chiaro che questi tentativi vanno avanti a tutt’oggi(vedi i protocolli msn cambiati proprio come avevano minacciato di fare nelle loro sporche lettere….privatizando i protocolli e componenti otterranno il monopolio(anche del vostro cervello tra poco) e voi gli regalate pure soldi a sti approfittatori…non e’linux piu’complicato ma il vostro cervello che e’in pappa…altrimenti non vi ostinereste a pagare software e programmi un occhio della testa…ci vorrebbero piu’teste pensanti che facessero scelte ragionevoli per portare l’open source oltre microsoft…basti guardare l’enorme passo avanti fatto negli ultimi anni da sistemi come ubuntu,che coprono fette di mercato(di utilizzatori,ovviamente linux is free) ridicole eppure sono al pari o giu di li con windows.
    e non sono daccordo nemmeno con i sistemi operativi simili o copiati perche tutt’al piu'(parlo da utente linux che ha installato windows 7 in dual boot)trovo che windows abbia copiato parecchio dall’open source e la presentazione di windows 8 non mi sembra assai lontana dalle idee di ubuntu con unity…(se non che come al solito windows pecca in lentezza e solite magagne a cui windows ci ha abituati…allora che dire…godetevelo se ci tenete tanto e tra un belato e l’altro fottetevi stupide capre windowsiane……

  19. Stefano Says:

    Devo dire che mi sono trovato, dopo l’ennesimo crash di windows, a installare ubuntu 11.10, essendo sicuro al 100 % che otterrò migliori prestazioni dal mio hp g62. I risultati però sono stati tutt’altro che gradevoli ..mi si impalla il pc mentre sto su internet , mi fa configurare pochissime cose ( ci rompono tanto le scatole sul fatto che windows ti dice sempre cosa fare ma su ubuntu è uguale ..se non sai usare il terminale non combini nulla ) . Inoltre per un bug nel kernel la batteria mi dura meno rispetto a windows 7 ( inguardabile come cosa ) . Magari tanta gente ci si trova bene ma trovo la comunità di ubuntu molto più discriminatoria ed egoista nei confronti della gente che è alle prime armi con questo sistema operativo. Non mi vergogno di dirlo perché dopo alcune esperienze con ubuntu 7,9 e finalmente 11 mi sono convinto che fa schifo come sistema. Le altre distro di linux sono buone xke piu difficili da configurare e quindi devi sapere tu cosa fare e proprio per questo la gente che decide di usarli è consapevole di quello che dovrà affrontare, mentre ubuntu sopratutto in live te lo vendono come carinissimo e velocissimo ottimo per chi vuole approcciare il mondo di linux, poi appena formatti iniziano i casini . Con windows almeno non hai la falsa certezza che hai le cose sotto controllo , perché gia sai che zio bill sa anche quando salti la colazione , con ubuntu invece hai la falsa illusione di avere tutto sotto controllo quando invece cerchi disperatamente di seguire qualche tutorial trovato in rete per far andare qualcosa che non va quando invece dovrebbe andare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: